Passione: PeppOh e Dj Cioppi in cattedra per la musica degli anni ’40

‘Passione’ è la rivisitazione di un brano di Libero Bovio del 1934; reinterpretato attraverso la delicata quanto magistrale chiave attribuitagli da PeppOh e Dj Cioppi, nella canzone che anticipa l’uscita del terzo e attesissimo album di Giuseppe Sica.

– Segui Radio La Ruota su Instagram
– Segui PeppOh su Instagram
– Segui Dj Cioppi su Instagram
– Segui Area Nord Ammò su Instagram

Ti consigliamo come approfondimento: Musicultura 2020: 5 motivi per cui supportare PeppOh e The Babeband

Passione eterna, che non puo’ finire

artistiEsattamente come quella che provo/proviamo nei confronti di tutto ciò che significa Giuseppe Sica, in arte PeppOh. Accompagnato, ormai in totale mood e sinergia, da un sapiente Dj Cioppi in rappresentanza del progetto, dell’anima, del soul di Area Nord Ammò.

Una passione eterna, che ci vede legati a quello che ho il piacere e l’ardire di definire a pieno titolo come l’artista rivelazione dell’anno, riconosciuto ormai in ambito partenopeo e, soprattutto, nazionale – con doverosa menzione d’onore alle trionfali performance di Musicultura 2020. E che ci vede impegnati, in questa circostanza specifica, ad onorare l’uscita di un brano straordinariamente delicato, melanconico e traboccante di nostalgia; di quelli che adoriamo particolarmente, di quelli che hanno l’odore delle pagine ingiallite dal tempo e, allo stesso tempo, il sapore di un libro nuovo: Passione. Direttamente dal 1934 e dalla memoria e la penna di Libero Bovio.

Ti consigliamo come approfondimento: Malaf3de e AreaNordAmmò come Meg e Officina 99

Quando il passato è tendenza del presente

passioneCi vuole un certo coraggio, ogni volta che attingiamo al passato per avvalercene nella contemporaneità. In qualsiasi contesto.
Da un punto di vista musicale, poi, i risultati degli ultimi tempi hanno sottolineato quanto sia una scelta rischiosa ripescare vecchie hit e tendenze e, nella stragrande maggioranza dei casi, osservarle, poi, dissacrate barbaramente.

Ci vuole un certo bagaglio culturale, dunque, per riferirsi ad un’opera degli anni ’40. Indubbiamente, un’ottima cognizione di causa e sicurezza dei propri mezzi. Le idee chiare, lucide; un’immagine, un concetto ben definito nella mente e tutti gli strumenti possibili per dargli forma, sostanza, per esprimerlo ad immagine e somiglianza della propria creatività; nell’apice della manifestazione dell’arte realizzata dall’artista, appunto, messa al servizio degli ascoltatori.
Tutto ciò è quello che traspare da un primo approccio a Passione. Al quale, puntualmente, è possibile abbinare da subito il video ufficiale, disponibile su YouTube da venerdì 19 giugno – insieme con l’uscita del brano su Spotify.

Lasciatevi trasportare dalla musica onirica vellutata della voce di Giuseppe Sica e dalle profonde melodie di Gianluca Albrizio, allora; come un’animale marino che veleggia nelle abissità dell’oceano di Napoli, sfiorando qua e là le corde dell’anima, ovunque senta il richiamo della passione. Come le note di una mandola che si infrangono in onde schiumose sulla costiera frastagliata. Come parole che riecheggiano da un passato troppo pieno per non straripare nel presente.

Se questo è solo l’inizio, allora spero di aver suscitato in voi la stessa frenesia che muove le mie dita in questo momento.
Che la passione ci pervada, nell’attesa del terzo album di PeppOh che ha già tutta l’aria di essere un capolavoro.

 

Luigi Crispino

Ti consigliamo come approfondimento: LUK, Nove sigarette e il nuovo cantautorato napoletano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *