Gheto Soffittaman : Soffitta Squad = Monkey D. Dragon : One Piece

E’ un momento magico per le mie orecchie. Gheto Soffittaman, insieme con Ruocco, Kali the Lioness, Luk, Ferruccio, tutta la Soffitta Squad e One Piece per solcare il mare.
Questo pezzo è un omaggio a due fra le realtà che più mi hanno ispirato ultimamente.

Ti consigliamo come approfondimento: Ferruccio e gli Uomini di Mare nati nella Napoli degli anni “ZERO”

Gheto Soffittaman: the most wanted man on Earth

gheto soffittaman999.999.999.999 Berry pare sia il prezzo di riscatto della taglia sulla sua testa. Monkey D. Dragon aka Gheto Soffittaman è emerso dalla zona Porto in compagnia della fida Soffitta Squad cantando la nuova voce di Napoli.
E’ soltanto l’ennesima circostanza in cui torno a t’o dicere, uno fra i progetti napoletani più belli mai concepiti in assoluto; oro nell’oro del tesoro dei pirati dell’idea di Gheto & Ruocco. Le mie orecchie sono letteralmente imbevute delle melodie che state per ascoltare, il mio cuore in procinto di esplodere intriso delle parole che state per ricevere: non vedo l’ora di condividere tutto ciò con voi.

Prima, però, un brevissimo inciso: in questi giorni abbiamo fatto un po’ il giro del globo, sul serio, non so se l’avete notato (se non l’avete fatto, siete ancora in tempo per cliccare uno a caso dei 30 episodi di Radio La Ruota: praticamente la tua sana dieta quotidiana di podcast); insomma, mi mancava tanto parlare della mia terra. E questa musica mi ha ispirato specialmente perchè ha proprio il sapore di caffè, sprigionato con quella ventata di sana nostalgia che riempie tutto ciò che scrivo; sa di mare, è pregna di Neapolis. Di arte al servizio dell’arte, di tutte le cose che piacciono a me, a noi. Oltre ad essere praticamente in procinto di conquistare il Nuovo Mondo.

Ho immaginato Gheto & Ruocco come uno squarcio nel bel mezzo del mar Mediterraneo; di quelli che apre l’acqua in due e ti porta a toccare coi piedi nudi l’umido fondo degli abissi, mentre tutt’intorno ti palpita il cuore per l’emozione di vedere il resto della vita scorrerti davanti agli occhi verso l’alto: un tutt’uno con l’azzurro e il mondo intero.
Fra le mani, Gaetano De Cristofaro regge una lettera consumata dal tempo, che recita così:

“Ora che hai capito tutto quello che provo, dimmi perchè, anche se non mi sono mai mosso, non so neanch’io dove mi trovo. Perciò torno a dirtelo, anche se non hai capito quello che provo. Stai con me.
E pure se non mi credi ancora, dimmi se queste parole ti sembrano nuove.
Come se fosse la cosa più dolce, tutto il nostro microcosmo.”

gheto & ruoccoOsare di spingersi oltre le parole di due anime leggere e complesse come la loro è alquanto superfluo. Vi lascio, piuttosto, all’ascolto dell’album. E un perla fra le perle nello scrigno del tesoro degli Uomini di Mare per Radio La Ruota, e quindi riproducibile integralmente attraverso l’ascolto della nostra intervista in fondo a questo articolo: due brani in acustico/live session, come le consuete street sessions che li hanno resi celebri nel mondo partenopeo come una fra le realtà più underground degli ultimi anni di storia dell’hip hop. Gli esperti del settore – nonchè nostri lettori, quindi sicuramente intenderanno – li definiscono vicini, per intenzione, ai 24 Grana; io ci aggiungo, in direzione ostinata e contraria come piace a noi editori di www.radiolaruota.it, Enzo Avitabile e Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, in arte Totò, più semplicemente. Come omaggio all’impresa di riuscire a racchiudere sapientemente un luogo e un’identità, in questo caso relativamente all’universo della nostra amata Napoli, all’interno di un’opera d’arte.

Se sei incuriosito, continua pure a leggere. Tutto ciò che segue è frutto del diavolo della ruota.Ti consigliamo come approfondimento: Kali The Lioness, also known as The TwentyTwenty Supernova

Uomini di Mare : One Piece = Soffitta Squad : Supernovas

soffitta produzioniAbbiamo dedicato tanto del nostro spazio a questo progetto e a tutta l’espressione della loro meravigliosa musica, che inorgoglisce i nostri cuori azzurri. Bene; non è stato abbastanza finora, ed eccoci qui, ancora e con estremo piacere, a parlare delle piratesche avventure marittime dei nostri paladini e soprattutto Uomini di Mare.
I riferimenti ontologici tra One Piece Soffitta Squad sono tantissimi, troppi; motivo per cui ho deciso di snellire la questione realizzando – per me e per chissà quanti altri – dei ficcanti – spero, – paragoni tra le due realtà. E’ un fenomeno che profuma di salsedine, a mezz’aria fra la realtà e la fantasia; e si mescola fra gli odori della mia mente malata in viaggio.

  • Gheto Soffittaman = Monkey D. Dragon: praticamente la similitudine più facile e immediata. Fra Gaetano De Cristofaro, classe ’90 della zona porto di Napoli, nonchè padre fondatore di tutto ciò che significa Soffitta Produzioni e, ovviamente, il capitano dei Rivoluzionari. L’uomo più ricercato della Terra, dalla fine di Gold D. Roger; l’ultimo custode vivente del sogno.
  • Alessandro Ruocco = Usopp: una delle armi segrete della ciurma. La buona e sana cultura che vince su tutto, e celebra un prodotto meraviglioso come i testi, le liriche, le melodie, la voce così piena di tutto il progetto.
  • Trisha Palma = Nami: l’esploratrice più esploratrice del mondo. Le rotte, la strada da tracciare, sancita e scandita dalle sue grafiche divine; certamente un modo di vedere una certa realtà in un certo modo decisamente non convenzionale, ecco. Egregiamente assecondata a ruota dal reparto video-making composto da Valeria Bleik, la stessa DalilaCarolina Mazzone. Le Charlie’s Angels soffittiane, sostiene Gaetano.
  • Jayl Uroboros = Frankie: l’uomo-cyborg che contribuisce a plasmare gran parte della fantastica musica soffittiana, a curare la nave, insieme con lo stesso Gheto, OwjayDeejay Times, per esempio. A loro la menzione d’onore di permettere alla ciurma di spiegare le vele con più agevolezza.
  • Onirico = Sanji: il suo racconto di un capodanno qualsiasi nella Napoli-centro storico-mondana che, decontestualizzato, abbiamo vissuto ognuno di noi, sotto sotto, dai. Mi riferisco ovviamente a questoUn omaggio alle ladies e una serie di calci ruotanti infuocati di flow – ai livelli di Chuck NorrisDaddy & le crazy nights.
  • Kali the Lioness = Nico Robin: difficile reggere il peso della conoscenza del Poignee Griffe e pretendere, poi, di passare pure inosservata. Specialmente ai nostri radar, come già approfondito qui. Dalila è protettrice di alcune nozioni che sono la culla dell’uomo nuovo, come quelle legate all’hip hop e ai 999 modi virtuosi in cui riesce ad esprimerlo (e a trasmetterlo). Big up, TwentyTwenty‘s.
  • Ferruccio = Zoro: la sua voce è tagliente come le Saijo O Wazamono di Roronoa, capaci di affettare gli Dei. Infallibili come quelle di Ghemon – ogni riferimento a cose e persone in quest’articolo è soltanto frutto et giuoco della creatività, anche se neanche poi così tanto – ed hanno già lasciato il segno negli anni ZERO. Se n’è accorta persino Repubblica, che infatti ringraziamo infinitamente.
  • Luk = Brook: non esattamente parte della Soffitta, ma è pur sempre un ragazzo riccioluto ed immortale, famoso ai più per il magistrale utilizzo della voce. Una sorta di anima nera che si tiene separata dall’equipaggio soltanto burocraticamente, ma lo accompagna, in realtà, mano nella mano – Jinbe coi Mugiwara, altro esempio – e nota nella nota, graffiando e pulsando nelle vene di Gheto & Ruocco. Come anche nel brano No Smoke, prod. by Gheto, feat. Ferruccio, appunto.

gheto soffittamanEccovi un piccolo scorcio, spero più intrigante del solito, sul perchè credo in ognuno di loro.
Approdano sulla terraferma soltanto per fare rifornimento, contaminarsi della nostra terra e magari distruggere un’isola. E diffondere il verbo attraverso tutta la cura e la dedizione possibile; come nel caso dei bambini-prodigio – aka le nuove rebel souls dei Fresh Buds; approfondisci il discorso qui.
Ma stanno anche e soprattutto per conquistare il Nuovo Mondo. E’ solo questione di tempo.
Infatti, venerdì 22 sarà reso disponibile il remastered di “Me piace ccà” by Gheto & Ruocco su tutte le piattaforme del mondo lambite dal mare; con 2 bonus tracks annesse. Statt’ accort’. Riesci a stare al passo?
Intanto, buon ascolto.
This one is about love.
Peace.

Luigi Crispino

[spreaker type=player resource=”episode_id=27647275″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Ti consigliamo come approfondimento: Malaf3de e AreaNordAmmò come Meg e Officina 99

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *