Marongiu & I Sporcaccioni sono pronti a guar col dialetto bisiacco

Marongiu & I Sporcaccioni è quella realtà che ti sorprende piacevolmente. Lasciatevi travolgere dal nuovo album e dal dialetto bisiacco di Claudio Marongiu, che ci ha dato un’irresistibile lezione su come conquistare una donna… in provincia di Gorizia.

Ti consigliamo come approfondimento: Malaf3de e Areanordammò come Meg e Officina 99

Claudio Marongiu, & I Sporcaccioni tutti: l’identità goriziana

Marongiu & I SporcaccioniAvete mai sentito parlare di una band che si esibisce in dialetto bisiacco? Abbinandolo ad un sound avvolgente e per tutti i palati? Marongiu & I Sporcaccioni, allora, potrebbero sorprendervi. Specialmente, poi, se raccontati da Claudio Marongiu, inequivocabilmente la voce di questa curiosissima realtà della provincia di Gorizia.

Che esiste da un bel po’, sia chiaro; è pervenuta alle nostre orecchie soltanto ora, grazie al loro ultimo lavoro prodotto, Mulo de paese, disponibile su tutte le piattaforme web store. E che abbiamo avuto l’occasione e la fortuna di ascoltare in anteprima grazie all’ufficio stampa Synpress.

Un concentrato di humour e serietà, approccio dissacrante e consapevolezza musicale. Il tutto condito dal dialetto bisiacco, come ci tiene a puntualizzare lo stesso Claudio, dedicandoci anche una breve ma simpatica lezione di dialetto; la traduzione e la spiegazione di una dichiarazione d’amore, partendo proprio da “Pronto a guar”!

Ti consigliamo come approfondimento: Svegliaginevra è il nuovo astro nascente della musica indipendente

Rock and roll e una gran varietà musicale

Marongiu & I SporcaccioniPerchè, come dicevo, si tratta di una realtà che esiste già da un po’. E le contaminazioni che hanno reso possibile l’attuale progetto artistico, sono il frutto di una serie di sperimentazioni, approfondite ampiamente all’interno della nostra intervista. Ma da sempre trainato da quello spirito dissacrante sopracitato, messo in moto da un’ottima qualità di musica prodotta. Che ha reso possibile, da pochissimi giorni, Mulo de paese, appunto: un album imperdibile, per chi ha voglia di staccare dalla solita routine e perdersi per le strade della provincia goriziana.

I riferimenti artistici sono tantissimi. Elio e le storie tese è soltanto la prima band similare che ci è venuta in mente, passando per Il Teatro degli Orrori (con tanto di aneddoto annesso a Pierpaolo Capovilla fra le righe) e moltissimo altro ancora.
Anche se, a questo punto, è più corretto dire che lo stile Marongiu & I Sporcaccioni è un caso unico e, altrimenti, irripetibile.
L’ascolto del nuovo episodio del nostro podcast, dunque, con protagonista Claudio Marongiu, è d’obbligo. Un mulo de paese è pronto a travolgervi. It’s (not) only rock and roll.

Ti consigliamo come approfondimento: La Terza Classe alla conquista degli Stati Uniti d’America

 

[spreaker type=player resource=”episode_id=25505312″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

 

Luigi Crispino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *